Mediterraneo di Pace

Un mare di ponti, non un mare di morti.

Il Capo di Leuca e il suo Santuario, a sud del Salento, a sud della Puglia, a sud della penisola italiana, ma anche a sud dell'Europa che abbraccia il Mediterraneo. Da qui, dalla "fine delle terre", come chiamavano questi luoghi gli antichi romani, crocevia millenario di culture, terra di accoglienza e di incontri, nasce un nuovo appello per la Pace.

Mediterraneo di Pace

Un appello che potrebbe apparire ambizioso, ma che è frutto di una comunità da sempre in cammino. Una comunità fortunata, che ha avuto tra i suoi pastori il servo di Dio, don Tonino Bello, che con le sue parole, le sue azioni, il suo esempio e la sua testimonianza ha consentito a intere generazioni di crescere nel desiderio di essere parte attiva di un cambiamento possibile.

Ecco quindi l'idea: avviare un dialogo strutturato, dal basso verso l'alto, partendo dai più giovani per giungere all'attenzione dei potenti della Terra, con messaggi ogni anno diversi ma che possiedono il carisma dell'universalità: la custodia del Creato, il rispetto dei diritti umani, la valorizzazione delle diversità, la fraternità, la cooperazione, l'accoglienza, l'integrazione, la difesa dei più deboli e degli ultimi, la cultura del perdono e - per questa via - la Pace.

Tutto questo è la CARTA DI LEUCA!